15 gennaio 2011

Intermediazione e Home Staging a Roma. L’intervista

Intermediazione e Home Staging a Roma. L’intervista


Segnaliamo l'intervista fatta da Homehoteldesign a Massimiliano Podestà, agente immobiliare a Roma, molto sensibile e formato sui temi dell'Home Staging avendone avuto esperienza diretta nel corso dell'attività professionale condotta in America. In un mercato come quello italiano in cui, a detta di Massimiliano, vendere casa è come "convincere l’acquirente di un maglione ad indossarlo obbligatoriamente con i jeans in virtù del fatto che così piace a noi", attraverso l'Home Staging si ampliano le possibilità di vedita e si può svolgere una pratica professionale di intermediazione molto più professionale, oltre che più redditizia, perchè la vendita diventa cone "comprare quel maglione per metterlo sopra ad un velluto a coste?", senza precludersi nessuan possibilità ne chance di accontentare e far sognare i clienti. La vendita delle case in Italia risente di un fattore emozionale che in America è quasi completamente assente perchè in america la casa è vissuta come un bene di consumo non come un bene di lusso su cui si investe tutta la vita e tutti i risparmi. Questo atteggiamento consente di sviluppare un marketing svincolato dai fattori emozionali pregiudicanti la vendita, come l'attaccamento alla proprietà o la supervalutazione, potendosi permettere di vendere liberamente adottando un progetto di comunicazione che determina, a conti fatti, solo grandissimi vantaggi. Nessun agente immobiliare in America, si sognerebbe di vendere una casa 'non-staged' perchè sarebbe una remissione: una remissione in tempo soprattutto visto che una casa 'non-staged' permane sul mercato oltre i 145 giorni, contro i 29 massimo, di una casa'staged'. Senza contare poi che la casa venduta in tempi rapidi non svaluta il suo prezzo ed invece il prezzo percepito dall'acquirente che si imbatte in una casa 'allestita' come la vetrina di un negozio, è molto superiore rispetto al valore attribuito ad una casa sporca, vissuta, malridotta o poco illuminata. Una casa 'non-staged' non ha grandi possibilità di convincere ma soprattutto spesso si rivela un peso, un fardello da sopportare per lunghi periodi senza che incontri il gusto di un potenziale acquirente.
Per sapere di più su tutte le possibilità offerte dall'Home Staging visitate il Blog o contattateci.
leggi l'articolo pubblicato su Homehoteldesign

6 gennaio 2011

Home Staging. Quali gli interventi possibili.





Home Staging. Quali gli interventi possibili.

L'Home Staging ormai comincia ad essere un dato acquisito da una parte consistente, pur se ancora minoritaria, di operatori immobiliari e turistici. Si cominciano ad apprezzare gli enormi vantaggi che se ne potrebbero trarre se applicato all'interior design di hotel, B&B o immobili residenziali.
L'home staging difatti si applica in tutti gli ambiti in cui l'immobile è oggetto di vendita o di affitto, in cui il servizio venduto è uno spazio in locazione o una proprietà immobiliare.

Come si articola l’intervento di Home Staging.

Poco però ancora di sa in merito a come si articola l’intervento di Home Staging. Qauali sono i risultati e i prodotti che lo stager elabora per conto del cliente. E' necessario fare chiarezza su quali sono i passaggi da effettuare cominciando dal sopralluogo dello stager, passando per la preventivazione, la progettazione di interni, l'esecuzione materiale della trasformazione degli interni e infine al prodotto vero e proprio che può essere la casa arredata oppure il dossier fotografico e progettuale da presentare agli acquirenti.

Principali fasi dell'intervento di Home Staging

L'intervento di Home Staging si basa essenzialmente sul restyling e sulla progettazione del layout di arredi fissi e mobili e comprende una progettazione illuminotecnica o la modifica delle caratteristiche illuminotecniche degli ambienti; interventi di manutenzione su parti funzionali per il recupero di ogni difetto di porte, finestre, ante di mobili o parti meccaniche che possono essere oggetto di valutazione; attraverso poi la fornitura di materiali edilizi e di arredi in compravendita o noleggio si esegue l'arredo in stile e in funzione di un preciso target di cliente ma con un gusto tale che vada incontro alle esigenze di un vastissimo pubblico di potenziali clienti. L'intervento si conclude con la fornitura di documentazione fotografica 2D o 3D per la commercializzazione e con la fornitura di un eventuale Home Book per una illustrazione completa delle potenzialità dell’immobile ai fini della commercializzazione.

Per avere un ampio panorama delle fasi di sviluppo di un intervento di home staging rimandiamo ad un articolo di homehoteldesign in cui vengono affrontate in dettaglio le varie procedure:

Home Staging. Quali gli interventi possibili.

Un anno a colori! Interior design a colori nel 2011.





Un anno a colori! Interior design a colori nel 2011.


Pubblichiamo sul blog di Homehoteldesign un articolo di augurio per un felice 2011 che a detta di molti sarà l'anno del colore e del progetto del colore.
Il color designer
Il color designer sarò la figura professionale emergente non solo nel campo dell'interior design ma soprattutto in quello del retail design senza escludere nuove e impensati orizzonti di applicazione come la progettazione ambientale, paesaggistica, urbanistica. Ma l'are in cui il color designer è meglio collocato è l’area del marketing e della comunicazione.

Il progetto del colore. Comunicare con il giusto colore è il fondamento dell’interior design. Per questo homehoteldesign affronta i temi legati all'uso del colore e da avvio ad una rubrica dedicata agli aspetti tecnici dell'uso del colore e dei suoi effetti sull'uomo in ambito retail, all'interno di spazi domestici, commerciali per capire gli enormi vantaggi che derivano dall'uso di un esatto piano colori.

Per saperne di più segui gli articolo del blog iniziando da questo

Homehoteldesign e i colori dell'anno 2011! Progettare i colori, come fare
Si è verificato un errore nel gadget
Si è verificato un errore nel gadget

Recent Posts