25 dicembre 2010

Un Natale di gusto e design


Un Natale di gusto e design

Facciamo i nostri migliori auguri per un natale di gusto e di design e invitiamo a seguire il nostro blog su WWW.HOMEHOTELDESIGN.COM

Home staging per la camera d’albergo: tutti la vogliono!


Home staging per la camera d’albergo: tutti la vogliono!

L’ospitalità vista dagli utenti. Ecco cosa vogliono veramente gli ospiti dal tuo Hotel.
Segnaliamo questo articolo in cui vengono affrontati i temi relativi alle strategie di marketing alberghiero sotto il punto di vista della comunicazione di immagine. Le nuove tendenze di gusto ma anche le nuove abitudini e comportamenti degli utenti e dei viaggiatori costringono gli hotel ad aggiornare i loro servizi e la loro immagine. La diffusione del booking online come mezzo ideale per la prenotazione di un albergo determina anche una nuova attitudine delle imprese alberghiere verso questi mezzi e verso i contenuti offerti nei vari siti istituzionali o nei siti di recensione. Grande attenzione è necessaria a come presentare l'albergo e la camera. Per questo nasce l'HOTEL STAGING che risolve tutti i problemi di immagine e rende la camera molto più appetibile!!....
Nell'articolo si analizza il progetto di una camera di albergo e cosa non deve mai mancare nel progetto di interior design di un albergo ideale. clicca sul link e segui le istruzioni. La camera d'albergo oggi la vogliono così! clicca per leggere l'articolo di homehoteldesign

Vendere meglio casa con l’Home Staging. Come fare.


Vendere meglio casa con l’Home Staging. Come fare.

Proponiamo un articolo in cui esaminiamo come molto spesso la documentazione fotografica che viene impiegata per proporre un immobile diventa un problema più che una soluzione in quanto non scaturisce da esatte considerazioni di marketing immobiliare.
L'home staging è la parte esecutiva del marketing immobiliare; è quella disciplina che studia come tradurre in pratica tutte le considerazioni di marketing che su un immobile in affitto temporaneo o in vendita si possono e si devono fare prima di proporlo sul mercato.
l'Home staging lavora con le forme, i colori, gli allineamenti e le proporzioni e con questi elementi trova ogni soluzione adatta a qualsiasi marketing. Bisogna però conoscere come muoversi all'interno della progettazione di uno spazio commerciale anche se temporaneo come può essere l'immobile in vendita.
Ampio risalto viene dato a questo tema ormai online e numerosi sono gli articoli che affrontano il tema. E' indispensabile però operare con professionalità e conoscere a fondo i comportamenti degli utenti per potere dare vita ad un buon lavoro di home staging. Per saperne di più abbiamo pubblicato un articolo che parla in dettaglio proprio di questo:

Vendere meglio casa con l’Home Staging. Come fare.

Home Staging. A Roma oggi si vende con l’aiuto di uno stager


Home Staging. A Roma oggi si vende con l’aiuto di uno stager

A Roma oggi il design è di casa, soprattuto se la casa è in vendita. Vendere una casa è diventato una operazione di comunicazione e di design. Ormai sempre più operatori sul mercato della compravendita immobiliare hanno deciso di rivolgersi al mercato con un nuovo volto e con nuove metodologie. L'Home Staging è la nuova tecnica di marketing utilizzato in campo immobiliare. E' attraverso l'uso di tecniche compositive proprie dell'interior design e di tecniche utilizzate nel visual merchandising applicate all'interno residenziale o alla camera di albergo che si può controllare la statistica di vendita del prodotto immobiliare.
L'Home Staging ha come obiettivo quello di ottimizzare le statistiche di vendita di una particolare tipologia immobiliare considerato un mercato di riferimento tipico di quel particolare prodotto e del relativo target di cliente a cui il prodotto è destinato. E' noto che quando ad esempio si allestisce un set espositivo di uno show-room o di una vetrina all'interno di una attività commerciale è fondamentale scegliere il giusto mix di prodotti per il mercato di riferimento e il target di clientela, procedere poi con un piano di comunicazione che possa rendere comprensibile il prodotto al target di clientela prescelto e poi progettare tutti i fattori che guidano e influenzano il comportamento del cliente in riferimento al prodotto, coordinare l’assistenza commerciale, il servizio, le modalità di consegna o di offerta. L’home Staging applica la stessa procedura nell’ambito del processo di vendita immobiliare o della proposizione di spazi turistici.
Per sapere quali sono i fattori di riferimento e di analisi che guidano l'azione di uno stager abbiamo selezionato delle informazioni che proponiamo sul blog in questo articolo:
http://www.homehoteldesign.com/home-staging/home-staging-a-roma-per-vendere-casa/
Qui sono contenute alcune importanti informazioni sullo stato dell'arte, per così dire della disciplina dell'Home Staging a Roma e in generale in Italia ed anche sul valore e sul contributo degli interventi. Dai fattori del marketing immobiliare si possono evincere anche le strategie vincenti peressere competitivi e professionali sul mercato immobiliare del futuro.
Per informazioni sul tema consulta tutti gli articoli di WWW.HOMEHOTELDESIGN.COM.

Home Staging. Nuovo look per l’Hotel e il B&B.


Home Staging. Nuovo look per l’Hotel e il B&B.

Home Staging. Quando e come utilizzarlo



Home Staging. Quando e come utilizzarlo

Perchè utilizzare l'Home Staging? Il motivo è semplice: se si da uno sguardo alle statistiche americane condotte da organismi specializzati sul tema degli interventi di homestaging e sui loro effetti sul ritorno economico e i tempi di conclusione dell'affare di intermediazione, si rimane stupiti dai numeri.
In termini di permanenza sul mercato di un immobile 'Staged' rispetto ad uno 'non-staged' siamo a 29 giorni contro 145! Cioè la permanenza sul mercato di un immobile che non ha subito un processo di trasformazione per mano di uno stager permane sul mercato 5 volte di più!!
Poi, in termini di redditività economica si ha un ritorno sull'investimento in Home Staging che va dal 200% all'800%, cioè una media del 400% del costo dell'intervento.
Per avere dettagli su questi dati distinti per tipologia di intervento guardare l'articolo sul blog ufficiale dell'Homestaging in America:
http://www.stagedhomes.com/mediacenter/stagingstatistics.php
Quando utilizzare un progetto di comunicazione di Home Staging
Il progetto di Home Staging quindi è essenziale in ogni trattativa immobiliare e determian enormi vantaggi soprattutto economici ma anche di ritorno di immagine.
Approfondiamo tutti gli aspetti di questa disciplina e tutti i passaggi che sono necessari per arrivare ad un buon investimento in un articolo appositamente scritto per mettere in rilievo quali sono i casi in cui considerare un progetto di comunicazione ad hoc per l'immobile e quali sono poi le regole della comunicazione da impiegare. Ci sono dei princi base molto elementari da seguire per poter eseguire un valido ed efficace intervento di Home staging.
Se vuoi scoprire nel dettaglio quali sono leggi l'articolo pubblicato su Homehoteldesign:

http://www.homehoteldesign.com/home-staging/come-e-quando-utilizzare-home-staging/

13 dicembre 2010

Nasce HomeHotelDesign.com, il design per il mondo retail



www.homehoteldesign.com
Il nuovo blog dedicato al mondo del retail design, si interessa di homehotel design, homestaging, retail staging, architettura di interni,progettazion di spazi commerciali, interior design applicato al mondo dell'hotel design, degli spazi commerciali.
Seguite il blog di www.homehoteldesign.com per ritrovare commentate tutte le novità e le notizie che riguardano il mondo del design ma anche della comunicazione applicata al marketing immobiliare e alberghiero.

16 febbraio 2010

CONTEST PER IL REBRANDING UPIM. Nuovo Logo e nuova immagine coordinata



Partecipazione al nuovo contest lanciato dalla UPIM attraverso le pagine di WWW.ZOOPPA.IT per l'elaborzione della immagine coordinata del nuovo marchio aziendale.
Il progetto di rebranding è stato sviluppato tenendo conto delle richieste della azienda.
UPIM è un marchio storico di grandi magazzini in Italia, nato nel 1928.
Negli anni ’70 l’insegna diventa una delle più conosciute dagli italiani con
lo slogan Prima passa alla Upim. Nel corso della sua storia passa
attraverso varie acquisizioni e nel gennaio 2010 UPIM viene acquisita da
Gruppo Coin con l’obiettivo di rinnovare e rivitalizzare l’insegna, forte
del successo ottenuto con il rilancio dei due brand OVS e COIN.
L’obiettivo di UPIM è quello di riqualificarsi come lo shopping mall
cittadino ricco di proposte e di stimoli che spaziano tra i settori più
diversi. Gli store UPIM saranno caratterizzati dall’attenzione ai temi più
interessanti del momento, per offrire un ampio mix di nuove proposte
sempre ad un prezzo competitivo.
Oggi la UPIM ha deciso di rinnovare la propria immagine e dare un forte segnale di cambiamento rispetto al passato seguendo coerentemente la nuova vision proposta dal management aziendale.

Il lavoro svolto ha voluto dare forma questo cambiamento.

Al centro dello sforzo creativo non è stato il brand aziendale e l'immagine ma il concetto di identificazione dell'identità logo / cliente. Conta di piu' il principio secondo il quale il prodotto è dimensionato sulla base dei gusti dei clienti e soddisfa le principali esigenze di gusto e convenienza piuttosto che portare avanti un immagine definita. Tutto questo si esprime con un logo quasi IDEOGRAMMA ambiguo, dai molteplici significati, un accento su una 'U' per sottolineare l'importanza della identità del cliente, oppure un frutto che esprime i desideri del cliente che sono al centro del mondoUPIM.
ALLA UPIM CI SEI TU - UPIM TUTTO QUELLO CHE DESIDERI TU i pay-off identificati I per sottolineare il nuovo concept del brand.



I due pay off rappresentano i due aspetti nascosti nel logo: il desiderio inteso come frutto da cogliere e la persona e i suoi gusti e bisogni come centro della filosofia del brand.
Un font essenziale, moderno permette di enfatizzare il concetto collegato al carattere U che diventa sinonimo di YOU. La Upim si identifica con chi la utilizza e con i suoi bisogni. Il logo entra nel pay-off come carattere e si adatta alle varie collezioni.



http://www.zooppa.com/ads/upim/prints/alla-upim-ci-sei-tu-2
Si è verificato un errore nel gadget
Si è verificato un errore nel gadget

Recent Posts